martedì 22 dicembre 2015

Reggio ultima per qualità della vita

E dopo I-City Rate, la classifica sulla "smartness" delle città italiane, arriva la nuova classifica, quella de Il Sole 24 Ore sui livelli di qualità della vita che, se possibile, boccia e mortifica ulteriormente le città del Mezzogiorno con Reggio, questa volta addirittura fanalino di coda.
Tutti si stanno affannando a ricercare le "colpe" di questo immenso ritardo rispetto alle città che nella speciale classifica sulla "qualità della vita" guardano la neo-battezzata Città Metropolitana dall'alto.
Tutti contro tutti, in uno scarica barile che non giova a nessuno. Tutti insomma stanno guardando il dito anziché la Luna.
Indubbiamente la centodecima piazza ha radici profonde che affondano nell'inettitudine delle classi dirigenti (TUTTE) e nell'insipienza storica di noi cittadini.
Reggio, la sua provincia, pagano di certo il prezzo più alto dalla capillare presenza di una criminalità organizzata forte e pervasiva, ma pagano anche altri prezzi, non meno onerosi, nei ritardi in settori importanti che sono poi quelli che rientrano nei parametri posti a base della valutazione de Il Sole 24 Ore.
Leggete i parametri, confrontateli con le altre città, fatevi un'idea. Siamo ultimi, anche se non ce ne accorgiamo. E non cerchiamo alibi o colpevoli perché non troveremmo né scuse né innocenti.

Qui la mappa interattiva della classifica

0 commenti: