mercoledì 5 febbraio 2014

Ferrovia Jonica: entro dicembre ulteriori tagli ai servizi già asfittici

Torno ad occuparmi del trasporto pubblico locale, segnatamente di quello ferroviario sulla linea jonica, poichè sono in arrivo ulteriori negative novità.
Passata ormai (nel silenzio più assoluto da parte di tutti) l'arrabbiatura per l'aumento sconsiderato del costo del biglietto, si apprende che entro dicembre di quest'anno circa dieci stazioni, c'è chi dice che potrebbero arrivare a venti, verranno declassate a “fermate”. 
Le stazioni che subiranno il definitivo taglio e che rimarranno a singolo binario, saranno le seguenti: Marina di San Lorenzo, Bova Marina, Capo Spartivento, Ferruzzano, Ardore, Gioiosa Jonica, Caulonia, Riace, Squillace, Roccabernarda, Isola di Capo Rizzuto, Roseto Capo Spulico, Policoro-Tursi.
Questa drastica riduzione dei punti di incrocio/precedenza sulla nostra tratta Jonica, porterà ad una riduzione della capacità di traffico della linea ferroviaria, vicina al 50%.
Diminuendo il numero di punti di incrocio, automaticamente diminuisce la possibilità di incrementare il traffico, perchè non ci sarà spazio a sufficienza.
Ciò, di fatto, declassa ulteriormente la tratta Reggio-Metaponto che, va ricordato, è a binario singolo e non elettrificata. Rete Ferroviaria Italiana, forse in maniera arbitraria, forse di concerto con la Regione, sta smantellando con dati alla mano, il trasporto ferroviario su un litorale in cui l'unica alternativa è la S.S.106, infrastruttura obsoleta e per nulla rispondente a criteri di efficienza e sicurezza e che sarà difficile vedere migliorata poichè tagliata fuori da ogni finanziamento "strutturale".
Se RFI sta facendo tutto da sola, allora l'auspicio è che la Regione blocchi in tempo queste scelte scellerate e riaccenda l'attenzione con investimenti cospicui nel settore. Se invece la Regione è già a conoscenza di questo piano di ulteriori "tagli" da parte di RFI, allora significa che il rinnovato interesse per il trasporto pubblico locale è solo di facciata e non sostanziale.

0 commenti: