giovedì 9 gennaio 2014

Trasporto pubblico locale: aumentano i biglietti, diminuiscono i servizi

Il sistema di trasporto pubblico locale è al collasso, la qualità e qualità dei treni è in costante diminuzione e l’unica risposta che si riesce a mettere in campo è quella dell’aumento del costo del biglietto.
Con l'arrivo del nuovo anno infatti, i pendolari hanno trovato un aumento considerevole del costo di biglietto ed abbonamento sia per i treni regionali sia per gli autobus di linea.
Esattamente il contrario di ciò che dovrebbe fare una regione che vuole incentivare l'uso del mezzo di trasporto collettivo.
In un momento di crisi ed in una fase storica in cui l'Anas, con la realizzazione delle rotatorie sulla SS106 l'ha praticamente declassata a strada urbana, il treno poteva e doveva rappresentare un'alternativa privilegiata per il trasporto di studenti e pendolari. 
L'aumento dei costi, peraltro, non è accompagnato da alcun miglioramento del servizio, anzi, si torna indietro nel tempo, poiché il nuovo biglietto non consente l'intermodalità del trasporto, treno+bus, per il mancato rinnovo della convenzione con l'ATAM.
E va aggiunto che i treni sono le vetuste "littorine" che spesso sono superaffollate e senza controllore, il che non aiuta a combattere il diffuso fenomeno di evasione ed elusione.
A tal proposito non si comprende come mai, nonostante da un decennio siano stati realizzati, con grandi costi economici ed ambientali, i lavori di elettrificazione della rete ferroviaria fino alla stazione di Melito di Porto Salvo, i treni che servono la tratta siano ancora i vecchi e fumosi diesel.
Nella prospettiva della Città Metropolitana, che però sembra allontanarsi dopo gli ultimi provvedimenti governativi, il trasporto pubblico locale dovrebbe rappresentare uno dei "pilastri" su cui fondarla nei fatti. 
Operazioni come questa, sommata alle altre di carattere organizzativo e di errata pianificazione di orari e frequenza, allontanano di molto l'ora in cui l'idea di sistema urbano integrato tra Melito (Area Grecanica/Locride) e Reggio Calabria (Area dello Stretto) diverrà realtà.

0 commenti: