sabato 11 maggio 2013

Superare tutti gli ostacoli (culturali e fisici) e continuare a lavorare per il "bene comune"

In questo contesto "malato", impegnarsi è quasi un reato. Vieni attaccato, guardato con sospetto, si arrivano ad usare perfino illazioni e mettere in atto tentativi di screditamento.
La realtà però non può essere stravolta e chi si impegna con passione, chi tralascia le proprie cose per spendersi e contribuire alla crescita socio-culturale del posto in cui ha scelto di vivere, incarna la vera essenza della "vita" su questa terra.
Chi lo fa per "protagonismo", chi lo fa per "presenzialismo" e per spasmodica voglia di pennacchio, non raggiunge mai i risultati sperati nè riesce ad essere incisivo.
L'umiltà e l'operosità non si comprano al supermercato, così come la specchiata onestà intellettuale e la libertà d'animo.
Sono beni rarissimi e ti vengono instillati in famiglia, da papà e mamma. 
Da PAPA' e MAMMA! (Intelligenti pauca)

0 commenti: