domenica 28 aprile 2013

Le tre "i" che impediscono la crescita

Troppe cose ostacolano la rinascita di questo territorio. Tutti siamo portati a pensare che sia la presenza della ndrangheta, certamente forte, fortissima, resa ancora più forte dalla passività e dal disimpegno civico della stragrande maggioranza della popolazione, soprattutto giovane.
Ma esistono altri ostacoli che rendono difficile, quasi impossibile, qualsiasi percorso di aggregazione e che io identifico con le tre "i": ignoranza, ignavia, invidia.
La prima è il male assoluto. E non parlo di ignoranza in senso scolastico, ma di ignoranza sociale, quella che tiene nell'oscurità la mente dei singoli e non gli fa vedere la realtà, o gliela fa rifiutare. Quell'ignoranza, per farla breve, che non fa comprendere che il benessere personale può passare esclusivamente dal benessere collettivo.
La seconda è quella che porta ognuno a chiudersi in casa e rifiutarsi di fare "qualcosa" per migliorare la propria condizione, non personale, ma generale. L'ignavia abbraccia tutta la società ed è trasversale ai gradi di acculturamento, di condizione sociale ed economica.
La terza è quella che taglia le gambe ad ogni accenno o barlume di speranza. Siamo così desiderosi di vedere cadere l'altro che non ci accorgiamo quanto in basso ci troviamo noi stessi.

0 commenti: