sabato 23 marzo 2013

Verità spaventose

Si vive male a queste latitudini. Molto male. Vivi male soprattutto se sei diverso da chi si volta sempre e comunque dall'altra parte, da chi rimane indifferente di fronte agli accadimenti ed erroneamente, costruisce attorno a sé un bozzolo protettivo che lo isola dal resto.
Si vive male perchè le copie dei quotidiani vengono esaurite dagli edicolanti solo quando viene arrestato od ucciso qualcuno.
Si vive male perchè prima di prendere un caffè al bar devi stare attento a chi c'è dentro.
Si vive male perchè l'impegno civico viene scambiato sempre per "voglia di pennacchio" quando va bene...e per "difesa o favoreggiamento di chissà quali interessi" quando va male.
Si vive male perchè abbiamo creato una società in cui invidia, gossip e maldicenze hanno preso il posto di fiducia, correttezza e solidarietà.
Tutto ciò contribuisce ad alimentare un clima di sfiducia, di paura, che impedisce anche di ribellarsi ed impegnarsi per cambiare questo stato di cose.
Inizio a credere che masochisticamente "ci piace" vivere così.

0 commenti: