venerdì 1 marzo 2013

I "buoni rapporti" non sono tutti uguali. Il saluto è una cosa, le cene e le passeggiatine sono un'altra

Lo scrivevo nel luglio dello scorso anno (clicca qui), che c'era un interessamento importante della criminalità organizzata verso la costruzione della Centrale a Carbone.
Ma non sono qua per dire "l'avevamo detto", contrariamente a quanto sostenevano autorevoli membri di comitati "pro" centrale.
Credo che ciò che è emerso dall'operazione ADA, relativamente al progetto della SEI ed ai contatti, più o meno diretti, intercorsi tra i promotori del progetto e personaggi legati alla criminalità, faccia registrare un sensibile ed ulteriore rifiuto della gente nei confronti dell'iniziativa industriale.
Nella sua conferenza stampa indetta per chiarire la sua posizione in merito all'indagine, il consulente SEI Franco D'Aquaro, ha detto di avere intessuto "buoni rapporti con tutti gli amministratori dell'Area" e sento il dovere di precisare, onde evitare di essere accostato a chi ci andava e ci va a braccetto, che io ho conosciuto il signore in questione in un incontro tenuto presso la delegazione municipale di Marina di San Lorenzo nell'estate del 2010, unitamente al sindaco Pasquale Sapone.
Era accompagnato da altri due dirigenti dell'azienda Repower Italia ed in quella occasione egli mi disse "la seguiamo, seguiamo quello che fa", riferito alla mia attività di informazione e sensibilizzazione contro il progetto, ed io ribadii la mia netta contrarietà al progetto, come già avevo fatto fin da quando si vociferava solamente l'ipotesi di installare una Centrale a Saline.
Dopo molti mesi dallo scioglimento del consiglio comunale di Bagaladi, avvenuto nell'Aprile 2012, il signor D'Aquaro mi ha contattato telefonicamente (prima ed unica volta) per esprimermi solidarietà (?) suggerendomi di "farmene una ragione". Telefonata strana, unica, di cui non ho mai compreso motivazione e significato. Naturalmente non l'ho lasciata cadere "così", proprio perchè "insolita".
Quindi affermare che ha intessuto "buoni rapporti con tutti gli amministratori dell'Area" non è proprio corretto. Certo, se per "buoni rapporti" intende che nelle occasioni di manifestazioni pubbliche ci siamo salutati cordialmente, non gli si può dare torto, perchè il saluto è educazione e rispondere è cortesia.
Ma ho rifiutato inviti a trasmissioni televisive dove era invitato anche lui, non ho mai "cenato" o "passeggiato", nè l'ho mai chiamato con "vezzeggiativi" che stiano ad indicare i "buoni rapporti".
Non perchè creda che sia una persona cattiva, ma semplicemente perchè vendeva un prodotto che non mi è mai interessato, quindi sarebbe stato inutile tenere "buoni rapporti" con il signor D'Aquaro.
So poco o niente sul suo conto ed ho sentito di dover chiarire proprio perchè egli ha detto di avere dei buoni rapporti con me, di averli avuti con mio padre (?) e con altri amici membri del coordinamento delle associazioni.

0 commenti: