martedì 19 febbraio 2013

Sul rilancio dell'Ospedale si vada avanti e si "tratti"

Il giorno dopo, ripensi, rileggi, riguardi, ed alle prime impressioni si sovrappongono i ragionamenti pragmatici.
La proposta di rilancio dell'Ospedale ha incontrato certamente il consenso ed il favore di tutti. L'ipotesi di integrazione funzionale e di accorpamento con l'HUB di Reggio Calabria è stata da sempre vista come la migliore soluzione ai problemi e la strada più agevole per il mantenimento in vita del nosocomio.
Anche perchè, abbiamo sempre sostenuto che diventando un'unica struttura con i Riuniti di Reggio, il nostro Ospedale avrebbe avuto la possibilità di fornire prestazioni su tutte le specialità esistenti a Reggio. Ovviamente la mente vola inevitabilmente alla possibile riapertura dei reparti di vitale importanza per il territorio e che sono stati smantellati: il punto nascite e la pediatria.
Ma nella proposta fatta dal Governatore ieri, che ribadisco, è alletante e per moltissimi versi condivisibile, non viene fatto alcun accenno a queste due spinose questioni, cui si aggiunge una terza non meno importante, quella della psichiatria.
Il Sindaco di Palizzi, Sandro Autolitano, ha prontamente evidenziato queste criticità, rimandando ad un confronto tecnico l'opportunità di integrare la proposta con queste richieste del territorio.
Ripensandoci, come dicevo all'inizio, è molto più opportuno riattivare questi servizi, piuttosto che la chirurgia vascolare (la menziono perchè uno dei tre primari che accompagnava Scopelliti ieri era proprio quello di questa specialità), che può essere benissimo continuare ad essere effettuata presso i Riuniti che dispongono della Rianimazione.
Come dice spesso il Governatore, questo è un Ospedale che deve servire alle "urgenze", perciò siamo contenti della proposta di integrazione che recupera il Tiberio Evoli ad una sua funzione, ma chiediamo che questa funzione sia quella di primo e rapido soccorso. Le grandi specialità, i grandi interventi programmati, che pure possono essere realizzati nel nostro nosocomio, non devono essere la priorità.
Punto nascite e Pediatria: la riattivazione del servizio H24 di Ostetricia per le urgenze e la riattivazione della Osservazione Breve Pediatrica sono fondamentali ed all'avvio della procedura di integrazione dobbiamo essere bravi ad avanzare queste richieste, per non andare incontro al rischio per le partorienti e per i nascituri e per le urgenze che riguardano i bambini.
Non credo che siano richieste esorbitanti, poichè rappresentano una "spesa" di gran lunga inferiore rispetto a quello che ha proposto il Governatore.
Auspichiamo che si parta prestissimo con questa integrazione e che, come ha detto splendidamente Sandro Autolitano "questo bel vestito disegnato dal Governatore una volta indossato dal territorio possa avere i ritocchi ed i correttivi giusti".

0 commenti: