mercoledì 20 febbraio 2013

PISL: a Bagaladi circa 800.000€ per riqualificazione del centro e servizi sociali

Finalmente approvate le graduatorie definitive dei PISL (Progetti Integrati di Sviluppo Locale), che prevedono cospicui finanziamenti per opere importanti in tutti i Comuni soggetti a spopolamento e ricadenti nell'area a minoranza linguistica "grecanica".
Il Comune di Bagaladi beneficerà di due finanziamenti per circa 800.000 €, uno sulla misura Contrasto allo Spopolamento ed uno sulla misura riguardante le Minoranze Linguistiche.
Entrambi i progetti sono stati presentati in associazione con gli altri Comuni dell'Area e con la Comunità Montana, dopo un lavoro lungo e meticoloso del quale essere soddisfatti, visti i risultati ottenuti.
Il primo progetto PISL finanziato riguarda i "lavori di riqualificazione di edifici di proprietà comunale per potenziale e migliorare i servizi sociali e sanitari a valenza sovracomunale"  (€ 369.000).
I servizi sociali e socio-assistenziali sono infatti molto importanti in un centro come Bagaladi la cui popolazione ha un'età media molto elevata. Inoltre i servizi che verranno realizzati devono diventare un polo di attrazione per gli altri paesi interni.
Il secondo finanziamento riguarda tre interventi importanti che vanno a completare il percorso di riqualificazione del centro abitato iniziato qualche anno addietro. Si tratta della "riqualificazione percorso della Ginestra tra la fiumara Tuccio, il torrente Zervo ed il Palazzo Misiano", della "riqualificazione del percorso dell'acqua tra il Vecchio Mulino e il Frantoio "Porta del Parco Nazionale d'Aspromonte" dove ha sede il Museo dell'Olio. Somma complessiva dell'intervento € 430.000.
La scelta degli interventi era stata effettuata dalla mia amministrazione comunale. Esprimo dunque viva soddisfazione per questa notizia che ripaga dell'impegno svolto in favore della collettività e riaccende la speranza per il futuro di Bagaladi. Ringrazio la Commissione Straordinaria per aver dato seguito agli atti ed alle proposte avanzate dalla mia amministrazione e per l'attenzione rivolta a questo importante finanziamento.
Adesso la palla passa agli enti capofila: la Comunità Montana per quanto riguarda il pisl spopolamento ed il Comune di Roghudi per quanto riguarda il pisl minoranze linguistiche. Dalla corretta gestione e concreta realizzazione degli interventi previsti passa gran parte delle sorti dell'Area che sta attraversando uno dei momenti più bui della sua storia politica e sociale.

0 commenti: