martedì 6 ottobre 2009

Scendiamo in piazza per la salute pubblica

IN MARCIA PER LA DIFESA DELLA SALUTE PUBBLICA E PER LA TUTELA DELL’AMBIENTE E DEL TERRITORIO

Mercoledì 14 ottobre 2009 ore 09:00 dal Monumento ai Caduti alla Villa Comunale

FACCIAMO APPELLO ALLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA, AI MOVIMENTI, AI COMITATI, ALLE FORZE SOCIALI, POLITICHE, ALLE SCUOLE ED ALLE ISTITUZIONI DEL TERRITORIO A DARE IL LORO CONTRIBUTO E LA LORO ADESIONE A QUESTA INIZIATIVA PACIFICA

Navi dei veleni, scorie radioattive, rifiuti tossici interrati: vogliamo sapere la verità!

Il 14 ottobre Melito ed il comprensorio scenderanno in piazza per gridare forte il “SI” alla tutela della salute e dell’ambiente e per chiedere a gran voce un forte impegno alle Istituzioni competenti.

Il raduno è previsto alle ore 9.00 presso il Monumento ai Caduti (inizio Viale Garibaldi). Il corteo si snoderà lungo il Viale Garibaldi e la Via Peppino Surfaro per arrivare alla Villa Comunale dove si svolgerà il Consiglio Comunale aperto.

In concomitanza anche negli altri Comuni dell’Area Grecanica si riuniranno i Consigli Comunali per discutere della stessa comune problematica. La manifestazione è stata indetta per supportare le amministrazioni nella richiesta di aiuto da parte dello Stato e della Comunità Europea per la definitiva risoluzione di questa agghiacciante vicenda.

Facciamoci sentire, facciamo valere i nostri diritti, facciamo rispettare l’articolo 32 della nostra Costituzione che recita: “La Repubblica tutela la salute come diritto fondamentale dell'individuo, e interesse della collettività”.

Vogliamo sapere se il nostro territorio è salubre. Se non lo è, vogliamo sapere cosa lo inquina e soprattutto vogliamo sapere cosa intendono fare le Istituzioni per bonificarlo. E’ in ballo la nostra vita, quella dei nostri fratelli, dei nostri figli e non possiamo esimerci dall’impegno civile attivo e propositivo. Ne va del nostro futuro e del futuro di questa terra. Si rinnova dunque l’invito alla partecipazione collettiva per una manifestazione pacifica, che ribadiamo, serve a destare le coscienze e chiedere con forza che venga fatta luce su questa vicenda.

COMITATO PER LA TUTELA DELLA SALUTE
DEL BASSO JONIO REGGINO-AREA GRECANICA

3 commenti:

Anonimo ha detto...

ma come fate ha scendere in piazza se è stato il sindco iaria per primo aha scaricare i rifiuti tossici al torrente ... si dovrebbe mettere una maschera...

Federico Curatola ha detto...

Non credo sia il momento di dare giudizi politici od altro.

E' il momento di serrare i ranghi, portare la gente in piazza e poi ad ascoltare cosa le Istituzioni intendono fare per tutelare la nostra salute.

Qualora non ci piacciano le azioni che intraprendono, il giudizio che hai espresso adesso, si tramuterà in un giudizio elettorale.

Ti invito dunque a partecipare al corteo, che sarà un pungolo che stimolerà la classe politica a fare e fare bene. Si sentiranno sottoposti al giudizio...almeno spero...

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con Federico, per adesso la priorità è essere compatti per obbligare i governanti locali ad attivarsi. Poi in un secondo momento, messa in sicurezza la zona e la salute dei cittadini che la popolano, si potrà aprire un dibattito, anche duro, sui politici locali e sulla 'ndrangheta che li spalleggia e li manovra. Mi dispiace di non poter partecipare direttamente,un abbraccio e forza. Davide