sabato 26 settembre 2009

Il mio viaggio negli USA (sett.09)


Andare a New York e Boston mi ha rigenerato. Ho potuto osservare da vicino come funziona la vita in una nazione in cui non c'è spazio per retaggi culturali obsoleti, per tabù, per ostacoli mentali alla libertà.

Certo l'America è piena di contraddizioni e di misteri. Attraversando a piedi pochi isolati si passa dallo sfarzo (Upper East Side) alla miseria (Harlem), sulla stessa strada...Lexington Avenue (4°strada).

Così come sono in molti ormai a non credere alla versione ufficiale dell'attacco dell'11 settembre.

New York è la capitale del Mondo ed in questo viaggio ho capito perchè.
I suoi grattacieli, le sue luci, i suoi colori, la rendono unica nel suo genere. Tutto è concentrato su un'isola, Manhattan, che non dorme mai. Un'isola meravigliosa su cui esistono le costruzioni più alte del pianeta, le reti di servizi più moderne, più lunghe. Una maglia urbana semplice nella sua struttura ma che è anche una continua sopresa perchè ad ogni incrocio tra street e avenue c'è sempre qualcosa da vedere, c'è sempre qualcosa di affascinante da osservare rimanendo a bocca aperta.
Tutta la grandezza degli USA si esprime proprio là, su un'isoletta abitata prima dai pellerossa, poi dai primi coloni irlandesi ed oggi è il posto più popolato del mondo come densità.

E poi Boston...bellissima, diversa da tutte le altre città americane, con una storia diversa, origini diverse e diversa cultura. Molto inglese, molto mitteleuropea, affascinante per gli esperimenti di "vivere comune" che nel corso dei secoli sono stati sviluppati e codificati.

Il Commonwealth, pensare al bene ed al progresso comune prima ancora che al proprio, una regola basilare per ogni comunità.

Insomma questo viaggio, oltre a farmi staccare per un pò dalla mia quotidianità che è stata ed è molto travagliata, mi ha confermato ciò che pensavo e sapevo sul New England, la costa nordorientale degli Usa...un bel posto in cui vivere, un posto da prendere ad esempio e cercare di importarlo qui, nella nostra terra.

0 commenti: