giovedì 26 febbraio 2009

Ecco come si esce dalla crisi...

Altro che le stucchevoli improvvisazioni di cui il Governo sta tessendo le lodi gabellandole come "grandi riforme"...

Barack Obama ha affrontato il problema della crisi economica con una finanziaria "seria" che gli permette di mantenere comunque le promesse elettorali.

Tasse più alte per le classi abbienti, un fondo pluriennale per riformare la sanità, introiti "verdi" dagli scambi con le emissioni di C02 per finanziare gli aiuti fiscali al ceto medio-basso. Sono alcuni dei punti cardine della finanziaria presentata oggi dal presidente americano....(continua a leggere)

Ma tornando in Italia, la situazione è più grave di quanto si percepisca e ce ne accorgeremo quando altri Paesi usciranno dalla crisi mentre noi saremo ancora impantanati nella recessione.

Ma c'è di più...l'incapacità di questo governo di intavolare "riforme strutturali" si evince dai provvedimenti insulsi che si susseguono un giorno dopo l'altro.

Le "ronde" per il controllo del territorio...PROPAGANDA! La verità è che sono stati tagliati i fondi per le Forze dell'Ordine e per la Giustizia.

Il "grembiule" ed il "maestro unico"...PROPAGANDA!!! La verità è che sono stati tagliati i fondi per la ricerca.

E poi in questi giorni ancora il ritorno al Nucleare, la questione degli scioperi, gli sgravi (?) sulle bollette...insomma BUGIE E PROPAGANDA, PROPAGANDA E BUGIE.

Il problema è che non c'è dibattito politico...non si fa opposizione ed il Paese è adagiato...

Ma allora come si esce dalla crisi? Prendiamo esempio dagli USA e investiamo dove davvero è utile farlo, oppure continuiamo a prendere per il culo la gente???

0 commenti: