sabato 7 giugno 2008

Un pomeriggio di ordinaria follia

Una cittadina sconvolta, ancora incredula di fronte a quanto è accaduto sotto gli occhi di centinaia di persone durante una recita scolastica di fine anno. Nessuno immaginava che un pomeriggio festoso, con i bambini impegnati nella recita che da tempo stavano preparando, sarebbe stato interrotto dal rumore degli spari di una pistola semi-automatica calibro 7.65.

Dai sorrisi al pianto tutto in pochi secondi. Pochi secondi di panico che sembrano un’eternità, e che certamente rimarranno impressi nella mente delle famiglie e soprattutto dei bimbi che hanno sentito i proiettili sibilare sopra le loro teste.

In men che non si dica il piazzale dove la platea di genitori assisteva all’esibizione dei bambini della scuola dell’infanzia di Melito di Porto Salvo, si è svuotata lasciando spazio ai carabinieri che hanno iniziato i rilievi e le indagini, agli ordini del comandante Onofrio Panebianco.

Immediatamente si è levato un coro unanime di sdegno nei confronti di questa azione criminosa attuata in pieno giorno ed in mezzo alla folla.

Obiettivo dei malviventi era l’altro ferito, Francesco Borrello, pregiudicato, coinvolto qualche anno fa in un’altra sparatoria in cui erano rimasti uccisi due giovani montebellesi e lo stesso Borrello era stato ferito all’addome.

Probabilmente quest’oggi si è trattato di un tentativo di vendetta, ma è presto per dirlo. Forse potrà confermarlo l’arma rinvenuta sul luogo della sparatoria che, secondo quanto riferito da testimoni oculari è stata strappata di mano all’aggressore dallo stesso Borrello.

Le indagini proseguono, lo sconcerto rimane ancora tra le poche decine di persone che sono rimaste sul lungomare dei Mille, ad osservare il luogo dove in pochi secondi una giornata lieta si stava trasformando in tragedia. Si prega ora soprattutto per il piccolo Antonino, attualmente ricoverato agli Ospedali Riuniti, dove i medici del Reparto di Otorinolaringoiatria stanno tentando di estrarre il proiettile ritenuto alla base del cranio.

0 commenti: