giovedì 27 marzo 2008

Spesso, purtroppo, ritornano

Ritornano, ahimè spesso, i fatti criminosi che non aiutano la Calabria ad uscire dal pantano.
Stiamo assistendo ad una recrudescenza assurda. Tre morti ammazzati a Crotone in meno di una settimana, un altro a Seminara, uno nel lametino.

Per quale motivo si accendono questi focolai? Troppi gli interessi, troppa la smania di dominare il territorio. A questo aggiungiamo lo scarso valore che viene dato alla vita umana da parte degli spietati esecutori di questi misfatti.

Una bambina di 5 anni lotta con la morte e con un proiettile conficcato nella sua testolina. La sua colpa? Essere figlia di un boss.

Non è possibile...come si fa ad andare avanti così?

La Calabria si ribelli a questa logica del terrore che ci spinge in basso, lasciandoci nel sottosviluppo.

La Calabria si ribelli...soprattutto quella giovane.

0 commenti: